Negli Stati Uniti mancano le palline da tennis

Due anni fa, le palline da tennis sono state oggetto di una battaglia sui prezzi di alto profilo.

Esaurite sia in negozio sia online

Per giocare con un amico, un giornalista è andato a Target per comprare delle palline da tennis. Con sua sorpresa, i due negozi intorno a casa sua non ne avevano più. Dopo aver verificato con un dipendente che non ce ne fossero nemmeno nella stanza sul retro, decise di ordinarne un po' su Internet. Proprio prima che scoprissi che anche le scorte dei produttori di proiettili erano esaurite online. Ha naturalmente indagato sull'argomento. Una tecnica molto avanzata che consiste nel colpire "palline da tennis in mancanza?" Su Google gli ha permesso di confermare ciò che pensava.

Servizio fallito, una conseguenza inaspettata della pandemia di Covid?

Un distributore di attrezzature da tennis conferma che siamo nel bel mezzo di una carenza di palline da tennis. Anche Penn Racquet Sports, ha affermato che c'è stata una carenza dovuta a ritardi nei porti. Un terzo rappresentante, che lavora per Tennis Express, gli ha spiegato che "la maggior parte dei produttori ha riscontrato molti ritardi durante questa fase di ripresa dopo la pandemia". Si tratta di un mix tra ritardi di consegna e protocolli Covid nei siti di produzione che riducono il personale, e quindi la produttività. Sulla scena del tennis, la partita di produzione della palla vede due giocatori dominanti: Head e Wilson, che è stato recentemente acquisito da un conglomerato cinese. Ma, ironia della sorte, è Head che fa le sue palle in Cina, mentre Wilson le fa in Thailandia. In entrambi i casi, i proiettili devono poi attraversare l'Oceano Pacifico. Come tutti gli altri prodotti dalla Cina, sono soggetti a ritardi nelle strutture portuali della costa occidentale a corto di personale, dove sempre più navi portano sempre più container.