I talebani sfilano con orgoglio con armi americane

Pochi giorni dopo il ritiro d'emergenza delle forze americane dal suolo afghano, gli Stati Uniti hanno ceduto ai talebani un enorme arsenale militare, creando nuove polemiche.

Con il ritiro, Joe Biden ha gratificato il suo nemico di un enorme arsenale militare

Negli ultimi due anni, gli Stati Uniti hanno fornito alle forze afgane oltre 18 milioni di cartucce calibro 7,62 mm .50 secondo un conteggio compilato dall'ispettore generale speciale. Colto alla sprovvista dalla rapida avanzata dei talebani in Afghanistan nelle ultime settimane, Joe Biden, il presidente americano, ha ordinato la partenza precipitosa delle sue truppe, che ha comportato anche l'abbandono di un grande magazzino di armi e veicoli a beneficio dei loro nemici.

Come possiamo vedere nell un estratto pubblicato su Twitter, i talebani sfilano sul posto con le armi lasciate in rovina dagli americani e vanno persino a provocare gli americani scrivando “Questo è ciò che ha creato @JoeBiden e ora li combatterà a casa”. Bill Roggio del Long War Journal nei commenti riportati dalla CNN ha aggiunto:   "Quello che hanno davvero guadagnato in potenza di combattimento sono veicoli corazzati e veicoli corazzati leggeri e persino alcuni carri armati e pezzi di artiglieria"

Un sostanzioso arsenale di guerra

Secondo un rapporto del Government Accountability Office del 2017, gli Stati Uniti hanno fornito all'esercito afghano più di 600.000 armi leggere, come M16 e M4, oltre a 80.000 veicoli e numerosi accessori, tra cui radio e occhiali termici. Un altro rapporto fornito dall'Ispettore Generale Speciale per la Ricostruzione dell'Afghanistan riporta una donazione di 7.000 mitragliatrici, 4.700 Humvee (veicolo da trasporto dell'esercito americano) e più di 20.000 granate tra il 2017 e il 2019 a destinazione dell'esercito locale.

Negli ultimi due anni, gli Stati Uniti hanno anche fornito alle forze afgane oltre 18 milioni di proiettili calibro 7,62 mm .50, secondo un conteggio compilato dall'ispettore generale speciale.